Cerca utilizzando il calendario eventi Cerca utilizzando la mappa dei comuni Cerca utilizzando un elenco di categorie Consulta il Giornale Online
Ricerca libera

 

Guardie ecologiche volontarie

G.E.V. - Guardie ecologiche volontarie

Difendono la natura facendo volontariato. Sono le GEV, ovvero le Guardie Ecologiche Volontarie della Regione Lombardia le quali appartengono ad ambienti con profonde radici nella natura e coltivano atteggiamenti critici nei confronti di un consumo indiscriminato della natura che, come è noto, non è un bene inesauribile.
Quanti di noi vorrebbero diventare i paladini della natura? Molti? Ebbene, ecco cosa bisogna fare per trasformarsi in una Gev al 100%.
L'informazione è il primo compito della guardia ecologica volontaria, ovvero informazione sulla legislazione ambientale, sulla natura, la sua vita ed i suoi meccanismi. Questo può avvenire solo se la Gev segue un corso di formazione, attraverso apposite lezioni.
L'obiettivo della Guardia ecologica volontaria è quello di promuovere atteggiamenti che assumano la natura come valore, quindi un'educazione al rispetto ed alla salvaguardia, questo grazie soprattutto alla vigilanza in materia ecologica, nonché all'accertamento delle violazioni.
Tutto, della natura, deve prima venir controllato per poi essere preservato.
 Non a caso le guardie ecologiche volontarie si rendono sempre più conto che la presenza massiccia dell'uomo nella natura ha più che altro una funzione deleteria, irreparabilmente distruttiva, per questo è importante che la Gev si ponga come strumento di informazione ed educazione ambientale, cominciando naturalmente dalle scuole.
La guardia ecologica volontaria svolge un ruolo importante anche nella Protezione Civile: è in prima linea in caso di catastrofe ecologica, perché è culturalmente attrezzata, preparata tecnicamente ad ogni evenienza ed è dotata di tecnologie di intervento.
Infine non dobbiamo dimenticare che la Guardia ecologica volontaria presta giuramento e diventa a tutti gli effetti un pubblico ufficiale con poteri di Polizia amministrativa, ovvero rileva le infrazioni, le verbalizza e le segnala alle autorità competenti.
Il servizio di vigilanza ecologica di questa Comunità Montana è supportato da circa n. 40 guardie volontarie svolgono nel territorio di competenza servizi di vigilanza, di educazione ambientale, sul progetto inquinamenti, sul progetto rilevazione ambientale, di partecipazione a fiere e mostre e di tutela del territorio.
I problemi riscontrati dalle guardie sul territorio sono relativi all'abbandono di rifiuti di vario genere, di raccolta di fiori protetti (in particolare di Auruncus Dioicus, e Narcissus poeticus), di raccolta di lumache e rane i epoca vietata e di notte, di transiti non autorizzati e di raccolta di funghi con contenitori non idoenei.
Le segnalazioni pervenute all'ufficio tecnico (ecologia) sono state successivamente comunicate agli enti competenti, (Comuni, Asl, Amministrazione Provinciale e Genio Civile), per gli eventuali accertamenti e provvedimenti di competenza.

http://www.retegev.org/index.htm

 
Galleria fotografica
 
 
 
Web Consulting: Anzani Trading Group