Cerca utilizzando il calendario eventi Cerca utilizzando la mappa dei comuni Cerca utilizzando un elenco di categorie Consulta il Giornale Online
Ricerca libera
 
 
PERCORSO 1 (Albavilla - Brunate - Capanna S.Pietro - Baita Patrizi -Albavilla)


Partenza: Albavilla         
Arrivo: Albavilla
Lunghezza: 26.8 km
Dislivello massimo: 778 m
Grado di difficoltà: medio
Descrizione:


Da Albavilla, si segue la strada per Civiglio-Brunate. Percorso con salita quasi interamente asfaltata fino alla località C.A.O., la parte rimanente è interamente sterrata su strada gippabile. Discesa in single track e strada bianca; parte finale con divertente toboga.
Salita:
Dalla partenza fino alla località C.A.O.
Punti acqua:
Albese con Cassano, Brunate Piazzale Faro Voltiano.
Varianti:
Possibilità di collegarsi al percorso Mara - Palanzone - Colma tramite il "Sentiero dei Faggi" presso la Capanna S. Pietro, seguendo per il Rifugio Capanna Mara.
Cosa vedere nella zona:
Il torrente Cosia nasce da numerose sorgenti situate alle pendici meridionali del monte Bolettone e sfocia nel lago di Como. Per azione della sua forza erosiva, il torrente ha modellato nel tempo la sua valle, scavando forre profonde fino a 20 m e generando, in alveo, cavità levigate, chiamate localmente bottini, ovvero “marmitte dei giganti”. La loro genesi è dovuta all’erosione meccanica esercitata sulle rocce calcaree del letto del torrente dal moto rotatorio vorticoso di sabbie e ghiaie trasportate dalla corrente.

 

Brunate (718 m s.l.m.), località di probabile origine Celtica, ebbe da sempre stretti legami con Como. Ne seguì gli avvenimenti storici e, sebbene nella seconda metà del dodicesimo secolo fosse riuscita a costituirsi in libero comune, nel 1240 ritornò sotto la giurisdizione comense: del resto, la particolare ubicazione del paese e la difficoltà a poterlo raggiungere ne fecero una postazione strategica, di notevole interesse.
Paese dal quale si può godere uno splendido panorama sul lago e sulle Alpi italo-svizzere ed occidentali, può essere raggiunto anche tramite funicolare, aperta nel 1893 e realizzata su progetto dei fratelli ingegneri Villoresi.
La bellezza del lago e dei monti predispose la località a luogo dedicato alla vita contemplativa: la chiesa parrocchiale di Sant’Andrea, sui cui muri una scritta definisce Brunate terra di Santi, appartenne al convento di monache benedettine, a cui è legato il nome della beata Maddalena Albricci ma anche la figura leggendaria di Santa Guglielma. Altri Santi legati a questi luoghi sono San Maurizio e San Bernardino.

 

Galleria fotografica
Selezionare il mese e l'anno
 
lunmarmergiovensabdom
303112345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930
 
 
 
 
Web Consulting: Anzani Trading Group