Cerca utilizzando il calendario eventi Cerca utilizzando la mappa dei comuni Cerca utilizzando un elenco di categorie Consulta il Giornale Online
Ricerca libera
 
 
LAGO DI ALSERIO


Il Lago di Alserio è un lago situato in provincia di Como, Brianza, Lombardia. Bagna i comuni di Erba, Albavilla, Alserio e Monguzzo. Il lago è contenuto nel Parco regionale della Valle del Lambro. Lungo la riva orientale è situata la Riserva regionale orientata Riva orientale del Lago di Alserio.

CURIOSITA’
Secondo alcuni autori, il nome Alserio deriverebbe dalla radice celtica “ser”, acqua.
Si narra che l’imperatore Federico Barbarossa, mentre fuggiva in ritirata verso il castello di Montorfano, dopo la sconfitta di Tassera (9 agosto 1160), per la densa foschia, si perse tra i prati acquitrinosi e i canneti attorno al lago di Alserio (nella località che da questo episodio venne denominato  “delle Lische amare"”. Il  sovrano venne salvato solo dall’intervento del suo scudiero, accorso prontamente in suo aiuto. Forse questo episodio era un segno del destino: trent’anni più tardi, il 10 giugno 1190, lo stesso imperatore morirà annegato attraversando il fiume Salef in Cilicia – regione costiera dell’odierna Turchia – mentre si recava in Terrasanta per la Terza Crociata .
Nel fitto dei canneti e negli intrigati boschi della collina della Buerga avrebbero trovato un sicuro rifugio i principali responsabili dell’uccisione del Ministro delle Finanze napoleonico Giuseppe Prina, avvenuta a Milano nel 1814 durante una sommossa.
Alserio, come altri comuni vicini ai laghi briantei, nei secoli XIII-XV aveva l’obbligo di fornire alla Pescheria del Mercato di Milano un determinato quantitativo di pesce ogni venerdì durante la Quaresima. La quota fissata però era particolarmente onerosa: ben 100 libbre (circa 90 Kg) per volta. Questo gravoso impegno indusse i pescatori ad inoltrare ripetute istanze alle autorità, fino a che, nel 1402, uno speciale decreto del Duca Gian Galeazzo visconti trasformava il vincolo di rifornire il Mercato con quello di soddisfare le esigenze della Corte Ducale di Milano e di Pavia. Tale decreto restò in vigore fino al 1518, quando il maresciallo francese Lautrech equiparava di nuovo Alserio agli altri comuni per la fornitura di pesce alla città.

Galleria fotografica
Selezionare il mese e l'anno
 
lunmarmergiovensabdom
303112345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930
 
 
 
 
Web Consulting: Anzani Trading Group